Come ottenere dei prestiti velocissimi online

prestitiIn tempi di crisi, le banche e le finanziarie si sono attrezzate per offrire ai propri clienti la possibilità di richiedere prestiti sicuri, ma in pochissimo tempo. Storicamente, ai prestiti corrisponde un iter che può richiedere anche diverse settimane, ma le formule presenti oggi sul mercato sono dedicate proprio a chi ha urgente bisogno di ricevere una somma di denaro cospicua, spesso nel più breve tempo possibile, per sostenere ad esempio, spese importanti ed inaspettate. I prestiti personali veloci possono essere ricevuti già a non più di 24/48 ore dall’erogazione della richiesta; si tratta di somme che solitamente oscillano tra i 50.000 e i 70.000 euro, che possono essere richiesti anche direttamente online, per accelerare ulteriormente il disbrigo delle pratiche.

Prestiti personali non finalizzati

Si tratta di prestiti che non hanno come obiettivo finale l’acquisto di un bene bensì il finanziamento di un nuovo progetto, oppure ancora sono volti a fornire al richiedente la liquidità che gli permetterà di non arrivare allo scoperto a fine mese. Generalmente, i prestiti personali non finalizzati vengono accordati senza giustificativo di spesa, ovvero senza informare la banca del motivo per cui si necessiti di quella data somma di denaro. Come un qualsiasi altro prestito però, il cliente sarà tenuto ad inviare alla finanziaria le dovute garanzie per il rimborso, che può variare da 12 a 84 mesi, e può essere effettuato anche tramite cambiali.

Fidi e carte revolving

Fidi e carte revolving sono i mezzi ideali per ricevere prestiti contenuti, atti a sostenere spese di lieve entità. Si può attivare un fido bancario tramite il proprio home banking, poiché spesso l’unico criterio richiesto per farlo, è essere cliente da almeno 6 mesi ed utilizzare il conto per l’accredito della pensione o stipendio. In alcuni casi, non è nemmeno necessario pagare gli interessi sulla somma corrisposta, in altri, il saldo andrà effettuato al termine del prestito, ma solo nel caso in cui l’importo sia stato effettivamente utilizzato.
Una piccola riserva di denaro viene messa a disposizione del cliente anche tramite una carta di credito revolving; per fare acquisti nei negozi e prelievi bancomat, basterà avere a portata di mano il numero di carta e il proprio documento d’identità. La somma in denaro prestata, anche in contanti, in genere non supera i 3.000 euro, che possono essere resi a fine mese o anche in comode rate.

Come richiedere un prestito veloce

Per richiedere un prestito veloce, sarà dunque sufficiente trasmettere la documentazione prevista dalla finanziaria o istituto di credito di riferimento, a cui allegare:
– copia di un documento d’identità;
– codice fiscale;
– ultime due buste paga o cedolini della pensione oppure copia del modello Unico connesso con l’ultima dichiarazione dei redditi.

Tendenzialmente, anche per un prestito veloce, è infatti necessario presentare a banche e finanziarie le comuni garanzie, ovvero cedolino, CUD e busta paga. Chiunque però si trovi in una situazione difficile e necessiti di liquidità, può far riferimento a garanzie alternative, come un immobile in affitto o altra rendita finanziaria, ad esempio l’assegno di mantenimento.

Posted in Tutorial

Permalink

Comments are closed.